La prima volta non si scorda mai.
Sì, c'era stato il Cosmoprof 2015 a marzo di quest'anno, con il suo mitico Padiglione 21N che ho percorso in lungo e in largo per la prima volta come Miele & Camomilla e con cui per la prima volta mi sono approcciata in maniera diretta alle tante aziende che avevo avuto modo di conoscere prima come consumatrice e soltanto da poco come rivenditore.
Eppure è stato ieri al SANA 2015, il Salone internazionale del biologico e del naturale, a Bologna che mi sono sentita a casa.
Ma veniamo con ordine. Il SANA 2015 è ancora in corso a Bologna, nel quartiere fieristico raggiungibile dalla stazione centrale in 10 minuti di autobus e si concluderà martedì 15 settembre.

Si svolge dalle 9.30 alle 18.30 e l'ingresso giornaliero costa 10€ (per le riduzioni vi rimando al sito ufficiale dell'evento).
Novità natalizie in ed. limitataAll'entrata l'impatto è stato intenso e c
on in mano il mio biglietto da Operatore del settore ho varcato subito l'ingresso senza dover fare una fila piuttosto lunga alle casse, quindi se potete, comprate il vostro biglietto on line per risparmiare tempo.
A questo punto ho tirato fuori la mia mappa della fiera già stampata da casa e con annotate tutte le aziende e i relativi stand che mi interessava visitare, ma avrei potuto risparmiarmi questa fatica visto che una volta entrata nel Padiglione 35 (quello dedicato al Benessere), mi sono fermata praticamente in quasi tuti gli stand!

E' stato un piacere chiacchierare con tutti, scambiare opinioni, apprendere nuove nozioni e soprattutto percepire la grande passione che anima queste persone. La cosmesi naturale, ecobiologica è un'opportunità, un sovvertire alle regole del gioco, una presa di coscienza. Quindi, ringrazio, in ordine sparso,  Biomarina, Naturaequa, Green Natural, Olfattiva, Acorelle, Bioearth, Maternatura, Alkemilla, Le Cose della Natura, Domus Olea Toscana e tanti altri.

Ma per me, il SANA 2015, è stato anche il momento in cui ho finalmente conosciuto di persona le "Biofficine"! Eva Casagli e Claudia Lami di Biofficina Toscana erano presenti in fiera nello stand dedicato al marchio che hanno creato cinque anni fa. L'emozione è stata tanta, ma sono riuscita comunque a fare la mia dichiarazione d'amore per lo splendido lavoro che svolgono, per i loro prodotti e per Biofficina Toscana.

Ma parliamo delle novità che bollono in pentola! Dopo tanta attenzione da parte del brand verso l'haircare, al momento sono invece in preparazione due prodotti che andranno ad arricchire il reparto skincare: uno Scrub per il viso ai frutti rossi e un'Acqua micellare ai frutti rossi!

La grossa novità è l'utilizzo di questi ingredienti (ribes nero e lampone, su tutti, ricchissimi di antiossidanti) e di particolari tensioattivi per l'acqua micellare, ma di cui non ci hanno voluto svelare di più. Lo scrub per il viso ha un aspetto magnifico!

Alla vista e all'olfatto sembra gelato ai frutti di bosco ed è stato piacevolissimo massaggiare sul dorso della mano il nuovo prodotto che mi ha lasciato una piacevole sensazione di setosità, ma nessun rossore. Sembra, infatti, uno scrub delicato, ma che svolge comunque il suo compito e sarà sicuramente adatto anche alle pelli più sensibili, come spesso accade per i prodotti del brand toscano.

Lo stand di Biofficina Toscana
La seconda novità è un'Acqua micellare, quindi un prodotto struccante che andrà ad affiancare il Latte-Tonico bifasico già bestseller dell'azienda, che avrà come principi attivi sempre i frutti rossi e una base di tensioattivi di cui ci sveleranno qualche dettaglio in più in seguito. Personalmente, quest'ultima è la novità che attendo maggiormente visto che al momento non esistono in commercio molte Acque Micellare ecobiologiche fatte da aziende italiane.

La "prova mascara" è stata fatta e dopo essermi impiastricciata il dorso della mano con una passata di rimmel nero ho tolto il tutto in un batter d'occhio! We want more! Vi terrò aggiornati sull'uscita di queste due meraviglie e su quando saranno diponibili all'acquisto sul nostro e-commerce.

Salutate le "Biofficine", mi sono diretta nel coloratissimo (e affollatissimo) stand della giovane puroBIO Cosmetics! Sono sul mercato da soli due anni, ma sono riusciti in così poco tempo a sfornare una serie di prodotti eccezionali e ad aprire una breccia nel cuore di tante appassionate di make up biologico e non.

Da soli quattro giorni i prodotti puroBIO sono in vendita sul nostro e-commerce, ma l'accoglienza è stata già molto calda! Merito di prodotti performanti, adatti anche alle pelli più sensibili e accessibili a tutti come prezzo. Le novità presentate alla fiera sono molte e tutte succose! La buona notizia è che non si dovrà aspettare tanto visto che saranno già acquistabili nella prima settimana di ottobre.

Di forte impatto è stato l'albero di Natale costruito in cartone riciclato e posto al centro dello stand.

Poggiati su ogni ramo c'erano le bellissime scatole regalo destinate ai regali di Natale e i prodotti in edizione limitata: tre matitoni rossetto in tre tipici colori autunnali e due palette composte da quattro ombretti in cialda ciascuno, la prima in colori neutri e la seconda in colori più scuri e colorati. Non ho perso tempo e ho subito swatchato gli ombretti in cialda (i primi in casa puroBIO) e la pigmentazione mi è sembrata ottima, come anche la scelta delle tonalità. Mi ha rapito in particolare il cuore la palette colorata (vogliamo parlare di quel borgogna?).

Hanno attirato poi la mia attenzione i sette nuovi pennelli professionali, dalle setole sintetiche, ma morbidissime e la spugna Blender da usare umida con il fondotinta fluido. In un brand votato tutto al Make up ci volevano anche degli strumenti professionali per aiutare nell'applicazione e nella resa dei prodotti.

Infine, sono state presentate le novità forse più attese: uno Struccante bifasico, due Primer viso (uno per pelle secca e uno per pelle grassa) e un Primer occhi! Primer naturali (e in questo caso composti da estratti vegetali di origine biologica) non se ne vedono molti e in particolare ho provato il primer destinato a far durare più gli ombretti: mi è sembrato molto fluido, asciutto il punto giusto e in grado di neutralizzare eventuali discromie presenti sulla palpebra.

Vedremo come si comporterà in azione, ma ho molta fiducia!

Tirando le somme, la mia esperienza al SANA 2015 è stata più che positiva e le novità presentate in fiera sono state veramente interessanti! Vi terremo aggiornati sulla loro uscita sul mercato e su quando approderanno sul nostro negozio on line.

Ringrazio ancora una volta le aziende che mi hanno accolto e ascoltato con entusiasmo e disponibilità. Arrivederci al SANA 2016!

Alessandra di Miele & Camomilla