Trovare cinque minuti di tempo (ok, facciamo dieci) per dedicarmi alla cura della pelle del viso è qualcosa che sono sempre riuscita a ritagliarmi. Di mattina non posso dirmi sveglia se non metto in opera la mia skincare routine diurna, mentre di sera non c'è niente che mi rilassi di più che struccarmi (sì, sono uno di quei rari esemplari che amano il momento dello struccaggio).

Apriamo una parentesi: che tipo di pelle ho?
Per anni l'ho erroneamente trattata come una pelle grassa, a causa dell'acne leggera di cui ho sofferto negli ultimi quattro anni. Una sfilza di dermatologi continuavano ad assegnarmi cure aggressive, che andavano solo a seccarla e a sensibilizzarla ancora di più. Una volta compreso di avere una pelle sensibile e reattiva la strada è stata quasi tutta in discesa. Non ho una pelle perfetta e non credo che riuscirò mai ad avere una pelle completamente libera da imperfezioni, senza rossori e discromie, ma almeno adesso so come prenderla per il verso giusto. 
Un altro importante passaggio che mi ha permesso di affinare la mia skincare routine è stato comprendere una semplicissima questione: se di base ho una pelle sensibile, in determinati periodi di stress, di temperature diverse e per reazioni a trattamenti, essa può risultare più secca o più grassa. Ho scoperto l'acqua calda? Forse sì. Ma, in parole povere, è significato adattare la cura del viso in base alle esigenze del periodo. E ascoltare i bisogni della propria pelle, soprattutto.

Parliamo ora della mia skincare routine al mattino. Preferisco pochi, ma collaudati passaggi con prodotti delicati e indicati per una pelle sensibile come la mia. Utilizzo come prima cosa un detergente schiumogeno, ma che non mi tiri la pelle (perché al mattino ho bisogno di energia e freschezza) e al momento sto utilizzando il Detergente delicato di Biofficina Toscana. E' un detergente multiuso (che utilizzo anche per l'igiene intima) e che riesce subito a svegliarmi grazie al suo profumo di anice/finocchietto. Inoltre, anche se schiumogeno la schiuma è veramente morbidissima e non mi secca la pelle né me la fa tirare. Lo consiglio per tutti i i tipi di pelle.

 

A questo punto asciugo il viso con un asciugamano di lino (abbandonate gli asciugamani di spugna e passate a quelli di lino! Un consiglio della nonna preziosissimo) tamponandolo delicatamente e passo al tonico. Al momento sto usando il Tonico astringente di Antos Cosmesi. Direte, ma come? E' per pelle grassa! Sì, ma non mi secca la pelle, anzi tiene a bada le imperfezioni e insistendo sul naso, mento e fronte mi fa diminuire gli odiosi punti neri. E' un mix di idrolati tra cui salvia, rosmarino e hamamelis. Di solito, ne metto qualche goccia sul palmo della mano e lo massaggio per qualche secondo sul viso. Quando ho la pelle ancora inumidita dal tonico, prendo il Siero viso riequilibrante di Biofficina Toscana e utilizzo di solito mezza pipetta. Trovo, infatti, che sia idratante e abbia veramente un'azione calmante e anti-irritazione. Infatti, se usato mattina e sera riesce a tenere a bada rossori e a spegnere eventuali irritazioni in corso grazie agli estratti biologici di calendula, fiordaliso, camomilla e germe di grano. A questo punto, utilizzo una crema specifica per la zona degli occhi e al momento sto amando il Contorno occhi antirughe di Biofficina Toscana. I Trenta si stanno pericolosamente avvicinando, per me, e questa emulsione all'olivello spinoso riesce a idratare benissimo il mio contorno occhi secco senza risultare troppo ricco. E' adatto quindi anche per l'applicazione al mattino perché non interferisce con il correttore che andrò poi ad applicare per le occhiaie, anzi distendendo i tratti, mi aiuta a non far andare nelle pieghette il trucco prima del tempo. Certo, a volte mi dimentico di utilizzarlo oppure semplicemente sono di fretta e salto questo passaggio, ma la differenza poi la sento, eccome. E' arrivato il momento della crema viso e da quest'estate sto utilizzando un'emulsione ideata per la pelle delicata dei bambini, ma che sta dando grosse soddisfazioni anche alla mia pelle delicata da adulta. Sto parlando del Trattamento protettivo viso-corpo linea Bimbi di Biofficina Toscana! A parte il fatto che vi durerà una vita visto la quantità di prodotto contenuta (ben 100 ml), ma l'effetto calmante e distensivo sulla pelle è praticamente quasi istantaneo su di me. A base di olio d'oliva toscano, ha un'altissima percentuale di estratto di calendula (è al 5%), la miscela di conservanti più delicata che attualmente esista in commercio e una profumazione senza allergeni. Ovviamente, non è comedogena e come consistenza la trovo adattissima per pelli miste, grasse e utilizzabile tranquillamente anche in estate. Insomma, non manca occasione in cui mi trovo a consigliarla a tutti! Anche per i maschietti, visto che può svolgere anche la funzione di dopobarba.



Per quanto riguarda la mia skincare routine serale, può variare in base al fatto se mi sia truccata o meno o se la mia pelle senta il bisogno di una crema più idratante. In linea di massima, se sono truccata utilizzo il Latte-Tonico bifasico di Biofficina Toscana per struccare viso e occhi in pochissimi minuti. E' veramente un prodotto portentoso e risulta delicatissimo sugli occhi pur togliendo tutto, dall'eyeliner al mascara. In questo svolge un ruolo importante l'acqua biologica di camomilla, fiordaliso e l'estratto di eufrasia contenuti in esso, ma anche l'olio-non olio (l'Ethylhexyl stearate, un emolliente) che svolge l'azione bifasica. A questo punto preferisco lavarmi il viso con il Detergente delicato di Biofficina Toscana per togliere eventuali residui oleosi lasciati dallo struccante e tampono ancora una volta il viso con il mio amato asciugamano di lino. E' il momento del Tonico astringente di Antos Cosmesi che utilizzo nuovamente riscaldandolo tra i palmi delle mani e massaggiandolo delicatamente. Utilizzo quindi il Siero viso riequilibrante di Biofficina Toscana e uso la seconda metà di pipetta che aveva lasciato dalla mattina. A questo punto utilizzo nuovamente il Contorno occhi antirughe di Biofficina Toscana che picchietto delicatamente nella zona del contorno occhi (ne basta veramente una puntina per entrambi gli occhi) e mi fermo un attimo per capire le esigenze della mia pelle al momento. Se la pelle risulta già ben idratata dal siero, mi fermo qui oppure uso una puntina di Trattamento protettivo viso-corpo linea bimbi di Biofficina Toscana. Ora che le temperature si sono leggermente abbassate, invece, mi affido alla Crema idratante/effetto lifting al mirto e acido ialuronico di Iliana (rubacchiandola a mia madre, lo ammetto) che è un trattamento ideale per pelle matura ma non troppo secca. Infatti, si assorbe in fretta grazie al gel di aloe vera e all'acido ialuronico ma apporta un nutrimento maggiore alla pelle grazie a un mix di oli vegetali tra cui l'olio di mandorle dolci, l'olio di jojoba e la cera d'api. Ha un profumo aromatico buonissimo, poi! Mi predispone già per la nanna. 

E questo è quanto. A volte (una o due volte a settimana) utilizzo come trattamento extra anche la Crema esfoliante viso alle microsfere di jojoba di Antos Cosmesi, uno scrub delicatissimo che lascia la pelle morbida e liscia. Uno dei pochi scrub fisici che riesca a usare perché in genere la mia pelle si irrita dopo un massaggio troppo vigoroso. Una volta ogni due settimane (o quando la pelle lo richiede) faccio invece la maschera viso all'argilla, miele e camomilla a cui ho dedicato un intero post sul blog. 
Troppi prodotti o troppo pochi? In genere, cerco di utilizzare la stessa routine per molti mesi di seguito, perché soltanto così riesco a vedere risultati visibili. Vedremo con l'inverno cosa deciderò di cambiare. Spero che questo post possa esservi utile!

Alessandra di Miele & Camomilla